Che cos’è la Gamification? Si tratta di un termine che sta letteralmente spopolando ultimamente, spesso utilizzato in maniera impropria. È stato introdotto per la prima volta in pubblico nel 2010, precisamente da Jess Schell, un famoso game-designer americano. Un concetto dunque relativamente giovane, e probabilmente per tale ragione ancora difficilmente comprensibile nel significato esteso del termine.

La Gamification è l’utilizzo di elementi mutuati dai giochi e delle tecniche di game design in contesti esterni ai giochi. Traendo vantaggio dall’interattività concessa dai mezzi moderni ed ovviamente dai principi alla base del concetto stesso di divertimento, la Gamification rappresenta uno strumento estremamente efficace in grado di veicolare messaggi di vario tipo, a seconda delle esigenze, e di indurre a comportamenti attivi da parte dell’utenza, permettendo di raggiungere specifici obiettivi, personali o d’impresa.

Il principio cardine della Gamification

Al centro va sempre collocato l’utente ed il suo coinvolgimento attivo. Questo principio, applicato al settore del training, consente di comprendere come la Gamification abbia di fatto riscritto le regole della formazione. Tutto è plasmato a misura della risorsa che deve essere formata, un aspetto che emerge in maniera netta dai dati rilevati da Gartner Research.

Gli utenti percepiscono nettamente i vantaggi di una formazione basata sul concetto di Gamification, preferendola al training di stampo classico. Non solo, ma le grandi realtà aziendali a livello globale stanno ormai virando verso questo concetto, che sta consentendo, di fatto, di migliorare i risultati economici del business. Mettere al centro le risorse è la strada corretta da imboccare.

Gamification e Game-Based e-Learning: qual è la differenza?

I termini “Gamification” e “Game-based e-learning” sono a volte usati in modo intercambiabile. Ambedue sono in grado di offrire una serie di vantaggi in un percorso e-Learning, tuttavia, ci sono sostanziali differenze che ne definiscono utilizzo e performance.

La Gamification è l’applicazione di meccanismi di gioco a entità non-ludiche al fine di incoraggiare un comportamento specifico. Quando ha senso utilizzarla:

  • Per incoraggiare una risposta o un comportamento specifico;
  • Per aumentare la visibilità e l’importanza percepita delle azioni altrimenti “minori” e meno visibili;
  • Per promuovere la concorrenza e coinvolgere i partecipanti;
  • Per aiutare i partecipanti a monitorare i propri progressi.

Game-based e-Learning vuol dire semplicemente: imparare attraverso il gioco. Quando ha senso utilizzarlo:

  • Per “riconfezionare” contenuti accademici;
  • Al fine di promuovere il pensiero critico e strategico;
  • Per “ingaggiare” i partecipanti altrimenti poco impegnati;
  • Per sostenere i partecipanti in difficoltà e quelli di talento.

Si può dunque affermare che la Gamification è incentrata sui meccanismi di incoraggiamento alla fruizione di contenuti specifici e sul sistema che li promuove, mentre il Game-based e-Learning è incentrato sul contenuto in sé e sul residuo cognitivo degli elementi di cui il partecipante intende fruire.

Gamification in ottica futura

Il mercato della Gamification raggiungerà i 5.500 miliardi di dollari nel 2018. Basta questo dato per comprendere il peso specifico di questo concetto in ottica futura. Noi di Osel abbiamo permeato la nostra attività attorno ad esso, tanto da realizzare un report specifico scaricabile gratuitamente QUI. Riscrivi anche tu le regole del training nella tua azienda.

Scopri le soluzioni Osel per la Gamification!