Il mio primo passo nella SmartRevolution

Saverio Alloggio

di Saverio Alloggio
Consultant @Osel

“Tu fai solo quello che ti piace fare, sei come il professor Pagano”, è la frase che mi sento ripetere ogni volta che incontro il professor Marengo e, probabilmente, è quella che meglio descrive la filosofia che sta alla base di un’azienda come Osel.
Si perché, quando si entra in Osel, ci si ritrova davanti ad un gruppo di persone che, essenzialmente, fanno ciò che amano fare, una cosa tutt’altro che scontata al giorno d’oggi.

Personalmente sono entrato in contatto con questa realtà in maniera del tutto casuale, semplicemente proponendo un argomento per la mia tesi di laurea alla persona che sarebbe diventato il mio relatore, appunto il professor Marengo.
Non so precisamente cosa lo abbia colpito, probabilmente la passione con la quale ho motivato nella sua stanza la scelta della “rivoluzione smart” per la mia tesi, perché il mio cuore batte ormai da anni per la tecnologia. Questo amore incontrastato mi ha portato dal lontano 2007 a collaborare con i principali portali web dedicati a smartphone, tablet, wearable devices, e mi piace pensare che questa passione sia stata captata dal professor Marengo.

Quello stesso giorno, lui mi ascoltava in un silenzio quasi religioso e, al termine del mio discorso, mi ha detto: “Tu devi lavorare con il professor Pagano, lo chiamo subito”. E’ stato in quel momento che ho conosciuto la seconda figura chiave di Osel, di cui avevo un ricordo legato al giorno in cui avevo sostenuto l’esame d’informatica previsto dal piano di studi del mio corso di laurea.
Sinceramente in quell’istante rimasi spiazzato, non sapevo come approcciarmi davanti ad un’opportunità totalmente inaspettata ma, esattamente come accaduto con il professor Marengo, è stato il professor Pagano a stare ad ascoltare me, un semplice studente, e non il contrario.

Quell’incontro è stato l’inizio di un tutto, nel mio piccolo ho contribuito ad un’attività di ricerca che ha certificato la compatibilità dei corsi e-learning proposti da Osel con la totalità dei sistemi operativi mobili presenti sul mercato e, soprattutto, ho partecipato all’organizzazione della prima edizione del seminario didattico SmartRevolution tenutosi presso l’Aula Magna dell’ex Facoltà di Economia a Bari, il 31 marzo 2015.
Pensate, un semplice studente che si ritrova a fare una lezione davanti a 300 studenti presenti dal vivo e a 3.000 utenti collegati in diretta streaming, tre ore a confrontarsi e a discutere sull’impatto avuto da smartphone, tablet e wearable devices sul mercato dell’elettronica di consumo.
E’ stata una delle più belle esperienze della mia vita, ed è nata semplicemente dall’incontro tra due docenti universitari ed uno studente.

Oggi, grazie a quel seminario e a distanza di 1 anno, abbiamo creato il portale web TheSmartRevolution.it dedicato alla tecnologia, abbiamo uno staff di oltre 10 persone, abbiamo tanti lettori che ci seguono quotidianamente e il seminario didattico SmartRevolution è diventato un appuntamento annuale.
In tutto questo, Osel è rimasta sempre al nostro fianco, credendo fermamente nel progetto, supportandoci quotidianamente e diventando il nostro partner principale, senza il quale niente sarebbe stato possibile.

Ogni tanto mi ricapita di ripensare a quel primo incontro con il professor Marengo, soprattutto in quegli interi pomeriggi trascorsi in Osel a pianificare il prossimo seminario, ad organizzare la linea editoriale del nostro sito web, a discutere tra quale sistema operativo sia superiore tra iOS e Android o sul nuovo smartphone lanciato sul mercato.
Ecco perché Osel ha rappresentato il mio primo vero passo nella SmartRevolution ed ecco perché, anche tra vent’anni, il professor Marengo ed il professor Pagano rimarranno sempre i miei professori.