internazionalizzazioneCos’è l’internazionalizzazione per le PMI?

L‘internazionalizzazione è l’adattamento dei beni e dei servizi per un potenziale utilizzo al di fuori del mercato o ambiente in cui gli stessi sono stati progettati.
Talvolta, le PMI si considerano inadeguate al mercato internazionale. Questo, per via delle proprie dimensioni, dimenticando che, invece, internazionalizzare può essere un’opportunità enorme anche loro.
La crescita avviene nel tempo, migliorando:

– Ricerche e analisi di mercato;
– Definizione delle politiche di prodotto, prezzo, distribuzione e promozione nei mercati internazionali:
– Promozione del brand di prodotto a livello internazionale attraverso i canali tradizionali ed innovativi;
– Definizione delle metriche per la misurazione degli obiettivi futuri.

Perché si parla così tanto di internazionalizzazione?
Perchè l’internazionalizzazione è il presente, oltre che il futuro. In un mondo volto alla globalizzazione, bisogna pensare in linea mondiale.

Le strategie per internazionalizzare passano dal marketing al web marketing. Questo grazie allo sviluppo delle tecnologie informatiche, del web e lo sviluppo di apparecchiature portatili per la navigazione Internet, i social media.
Il mercato attuale è “glocal“: globale, ma locale. Internazionalizzando un brand, questo va “localizzato” e reso il più appetibile possibile nel contesto linguistico e culturale dove si va ad operare.

“Il successo non è mai definitivo, il fallimento non è mai fatale; è il coraggio di continuare che conta.”
SIR WINSTON CHURCHILL

Bisogna impostare una strategia di comunicazione del brand che consideri lingua, cultura, costumi locali, norme e altre caratteristiche del target locale. Tutto preservando comunque l’identità originale del brand e del relativo prodotto. E’ fondamentale comprendere come iniziare il processo di internazionalizzazione, a partire dagli accordi, fino al puntare a strategie.

Forse è arrivato il momento di allargare gli orizzonti?