L’insegnamento scolastico classico è ormai superato?

Anche la scuola si “riskilla” attraverso il progetto di iniziativa formativa “Utilizzo del Mobile Learning nella didattica a scuola, per il miglioramento delle performance di docenti e studenti”. L’idea nata dall’Università degli studi di Bari – Dipartimento di Scienze economiche e Metodi Matematici -, si è sviluppata in collaborazione con l’INPS, nel progetto Valore P.A., e Osel S.r.l..

Promozione e diffusione della cultura digitale hanno rappresentato i contenuti formativi del progetto, al fine di utilizzare strumenti innovativi e procedure web in ambito scolastico. La formazione, della durata complessiva di 50 ore, ha visto come docenti:

  • il Prof. Ing. Agostino Marengo, direttore e coordinatore didattico, docente di informatica, e-learning e project management presso il DSEMM;
  • il Prof. Franco D’ovidio, professore associato di Statistica e ricercatore universitario presso il DSEMM;
  • il Prof. Alessandro Pagano, dottore di ricerca in informatica ed esperto di e-learning, professore a contratto presso l’Università degli studi di Bari e presso l’Università LUMSA di Roma.

Il corso di formazione si è avvalso di metodologie innovative dell’attività didattica quali:

  • Learning Management System: piattaforma di formazione online su cui sono state inserite tutte le lezioni registrate in aula (video), gli appunti e tutto il materiale multimediale a corredo;
  • Strumenti online di social Learning sul portale LMS;
  • Strumenti di Gamification e Edu Games per il migliore manto dell’apprendimento, la valutazione in itinere e il test finale.

La didattica si è svolta presso il Dipartimento di Scienze Economiche e Metodi Matematici – Università degli Studi di Bari, con data di inizio 03.05.2017 e termine 03.06.2017. I 34 docenti, provenienti da scuole della Puglia di ogni ordine e grado, hanno mostrato un riscontro profondamente positivo, confermato attraverso dei modelli di customer satisfaction compilati al termine del corso.