Costruire un progetto eLearning è una sfida affascinante. Che coinvolge metodologie, professionalità e paradigmi diversi.

Il processo di sviluppo prevede un workflow che ha alcune caratteristiche ricorsive e “universali”, anche se ogni realtà aziendale necessita di attenzione e analisi particolare e verticale.

Analisi

E proprio dall’analisi e dall’incontro con l’impresa committente parte tutto.

E’ molto importante, in questa fase, ascoltare attivamente ciò che i responsabili HR hanno da dire, i loro bisogni e gli obiettivi.

E’ importante ricevere un brief più o meno dettagliato che consente anche l’analisi del clima interno all’azienda.

 

Brainstorming

Dopo avere ricevuto le prime informazioni e le indicazioni sugli obiettivi da raggiungere, è la volta di effettuare un brainstorming che porta alla definizione di alcuni concept.

Non esiste una sola strada valida per la realizzazione di un percorso formativo eLearning: in gioco ci sono approcci diversi nella metodologia e nelle scelte tecnologiche e contenutistiche.

I concept vengono presentati all’Azienda che ne seleziona uno. Si entra così nel vivo.

 

Materiali

L’azienda solitamente fornisce contenuti e materiali “grezzi”, coerentemente con i bisogni e gli obiettivi individuati. La scelta dei materiali deve essere effettuata anche in relazione alle potenzialità e alle caratteristiche dei discenti.

 

Media

Anche la scelta dei media e delle tecnologie di fruizione (audio, video, visual ad esempio) gioca un ruolo in questa fase preliminare.

Non tutte le tecnologie possono essere adatte ad una specifica “classe” di discenti: anche qui entra in gioco la valutazione dei bisogni insieme con gli obiettivi del Progetto.

Sviluppo

La fase di sviluppo vero e proprio vede diverse professionalità impegnate contestualmente, tutte guidate e coordinate dagli Instructional Designer (ne abbiamo parlato QUI).

Uno Storyboard va ideato in relazione ai software utilizzati per la formazione e agli aspetti metodologici del progetto, includendo elementi di storytelling, serious game e tutte le tecniche moderne del digital training.

 

Test

Prima della presentazione al cliente della bozza “funzionante” di Progetto vengono effettuati test (ne abbiamo parlato QUI, definendo il concetto di Qualità Totale di un percorso eLearning).

Bisogna capire se il Progetto “gira”. Se non mostra bug e problemi.

 

Fine tuning

Quando l’azienda approva viene messa in produzione la versione finale del Progetto eLearning.

E si procede alla sua definizione finale, con il fine tuning che questo richiede.

Grafici, programmatori e instructional collaborano all’ultimo miglio di questo processo.

 

Erogazione

E’ venuto il momento di erogare il corso ai discenti destinatari. Le caratteristiche di coinvolgimento e immersività potenziano le performance del corso stesso.

Sempre più spesso l’erogazione è Mobile (ricordiamo che il 90% dei dipendenti utilizza il proprio smartphone per lavoro).

 

Valutazione

Fondamentale in qualsiasi percorso eLearning è la parte di Assessment, ossia di valutazione del “cammino” intrapreso dai discenti.

 

Clicca qui per scoprire come in Osel costruiamo corsi e percorsi “ad hoc”!