L’eLearning ha rivoluzionato il mondo dell’apprendimento in azienda e a scuola. Cambiando totalmente paradigmi, metodologie, funzioni, approcci.

Quali sono, dunque, le dimensioni fondamentali di questo universo?

Accessibilità

Una delle caratteristiche fondamentali dell’eLearning è la possibilità di accedere comodamente alle informazioni e ai processi su scala mondiale. La cosiddetta “disintermediazione della formazione” è ormai realtà. L’eLearning ha seguito le orme di altri processi e piattaforme codificate. Nell’epoca della Sharing Economy l’eLearning è ancor più sugli scudi in quanto uno dei suoi tratti caratteristici è proprio la “socialità”, cioè l’interazione nei processi di apprendimento che prescinde da sistemi precostituiti e codificati in modo immutabile e granitico.

Flessibilità

Il meccanismo di apprendimento nel paradigma eLearning è svincolato da un tempo e da un luogo specifico. In passato si usava con frequenza il sintagma “Anytime Anywhere Learning”. L’eLearning ha sovvertito meccanismi tradizionali che vincolavano la formazione a luoghi ben precisi, come la scuola e le università “fisiche”. Luoghi, in passato, depositari di un potere e di un’autorità quasi “sacrale”. Anche perché spesso in mano (parliamo di un passato più remoto) di religiosi. L’eLearning ha altresì “liberato” i discenti da obblighi di carattere temporale, consentendo una tipologia di apprendimento che vorremmo definire “liquida”.

Modularità

Il materiale didattico è ora composto da “moduli”, atomi di conoscenza che consentono un processo formativo più snello e libero, anche nel caso in cui il discente possa dedicare al processo ritagli di tempo “on the go”, con conseguente personalizzazione di tempistiche e modalità di approccio. Ogni atomo è autoconsistente, riusabile, interoperabile, modulare. E deve rappresentare un’unità completa in grado di garantire l’apprendimento di uno specifico contenuto.

Interattività

Un altro assunto fondamentale dell’approccio eLearning è la possibilità per l’utente di interagire costantemente con il materiale didattico. Non più conoscenza che plana dall’alto, a guisa di spirito divino, ma un processo “collaborativo” in cui emittente e ricevente sono in profondo contatto. Il discente viene posto al centro del processo e i contenuti devono essere inseriti all’interno di ambienti usabili.

Valore

Uno dei punti di forza dell’eLearning è la capacità di rafforzare ed estendere la crescita personale degli utenti, siano essi studenti o lavoratori all’interno di un’organizzazione. La componente valoriale dell’eLearning si evidenzia anche nel mix tra formazione digitale e formazione in presenza, tipicamente l’approccio definito “blended”.

Motivazione

La dimensione motivazionale ha importanza cruciale all’interno di un percorso eLearning. La componente multimediale riveste un ruolo importante nel definire ed implementare meccanismi premianti e sfidanti. La Gamification, in questo senso, si rivela molto efficace. L’utilizzo di più strumenti, sapientemente correlati, è la marcia in più di un percorso eLearning efficace.