Si avvicina la fine dell’anno ed è tempo di bilanci e prospettive: ecco l’eLearning che verrà con 5 previsioni per il 2019.

eLearning per scelta

In passato l’eLearning era considerata un po’ come l’ultima risorsa possibile in ambito formazione scolastica. A volte una specie di lusso o di “tentativo” tecnologico e metodologico di innovare il mondo della Scuola. La tendenza attuale è che sempre più studenti e genitori stanno abbracciando l’eLearning per scelta. Le motivazioni sono diverse: crescita della qualità dell’offerta formativa; superamento di qualsiasi dubbio o perplessità sul “sistema eLearning”; diffusione ad ampio raggio del paradigma.

La battaglia degli LMS

Nel 2019 i principali attori del mercato LMS (Learning Managament System) continueranno a combattere per la leadership. Nel 2018 Canvas ha soppiantato Blackboard come LMS dominante in Nord America, che resta però fortissimo a livello globale. Canvas si è affacciato anche in Europa mentre Blackboard ha lanciato Mobile Credentials.

L’intelligenza artificiale per la trasformazione dell’eLearning

Si è parlato molto recentemente dell’introduzione di VR (Realtà Virtuale) e AR (Realtà Aumentata) in ambito eLearning. Ma le aspettative in qualche modo sono state deluse. Sembra invece che l’AI (intelligenza artificiale) possa riscuotere un certo successo. Dalle startup che usano l’intelligenza artificiale per personalizzare l’apprendimento e guidare le prestazioni degli studenti, a società di formazione affermate che stanno esplorando come l’AI possa essere utilizzata per ottimizzare la formazione sul posto di lavoro, l’IA sta sempre più plasmando il modo in cui le persone apprendono nel corso della vita.

Il trionfo del “Blended Learning”

L’idea che ci sia una distinzione tra l’eLearning e l’apprendimento tradizionale in classe è ormai antiquata. Persino concetti come “blended learning” ora appaiono ridondanti. Nel 2019 finalmente accetteremo che l’apprendimento combinato è la modalità predefinita. Diversi studi a livello K-12 e post-secondari hanno scoperto che l’apprendimento misto produce risultati migliori rispetto all’istruzione in aula sia a quella puramente online.

Blockchain

La maggior parte delle persone associa attualmente Blockchain con criptovalute, come Bitcoin, ma la tecnologia offre molto più della possibilità di effettuare transazioni finanziarie senza l’aiuto delle banche. Come dimostrano alcune aziende, le tecnologie blockchain potrebbero essere utilizzate per verificare i documenti, comprese le trascrizioni. C’è persino la speranza che alla fine le tecnologie Blockchain possano essere in grado di creare delle trascrizioni comuni. Queste trascrizioni comuni non apparterrebbero ad una singola istituzione, ma piuttosto sarebbero archiviate in un sistema decentrato, permettendo alle istituzioni di aggiungere corsi e credenziali sulla vita dello studente.