L’evoluzione dei paradigmi metodologici e della tecnologia associata ad un corso eLearning ha certamente messo a disposizione di tutor ed aziende tantissimi strumenti in più per la formazione dei discenti.

Il nodo centrale resta, però, sempre lo stesso: l’efficacia di un corso si misura soprattutto dall’engagement dei suoi partecipanti, dal coinvolgimento che questo riesce a creare.

Vediamo qui alcuni passaggi e spunti per agire su questa specifica leva.

Pertinenza

Prima di impegnarci al massimo in qualsiasi percorso/attività/scelta dobbiamo sempre capirne il ritorno, “che cosa ci guadagno”, “che cosa posso ottenere”.

Occorre chiarezza nella proposizione e nell’introduzione di un corso eLearning e soprattutto definire a monte scopi, obiettivi e contenuti del corso stesso.

 

Semplicità

Nell’era della convergenza dei linguaggi occorre tendere alla semplicità. Eliminare quindi il superfluo, rendere la fruizione immediata e ben congegnata attraverso una User Experience adeguata.

Sfruttare la tecnologia per accompagnare letteralmente i discenti all’interno del corso, cancellando strutture pompose e barocche, grafi inutili, arzigogoli.

 

Motivazione

Le sfide dei guerrieri della conoscenza hanno bisogno di motivazione. I Millenial, in particolare, ma non solo loro, hanno la necessità di dare un senso al loro percorso. Il senso di poter cambiare lo status quo, il desiderio di fare la differenza, di crescere e modificare la realtà circostante. Occorrono contenuti adeguati, supportati da uno storytelling motivante.

 

Personalizzazione

Una delle direttrici dello sviluppo dell’elearning attuale è quella legata alla personalizzazione. Ossia la capacità di produrre ma soprattutto erogare contenuti specificamente tarati sul singolo discente. Just in time, just enough. Il paradigma dell’eLearning adattivo sgretola le divisioni granitiche tra docenti e discenti, aprendo le porte alla collaborazione.

 

Gamification

Uno dei paradigmi più interessanti e utili a implementare l’engagement di un corso eLearning è certamente la Gamification. Che immette nel circuito competizione (non fine a se stessa) e alza il livello di motivazione dell’insieme.

 

Micro Learning

I formati “micro” sono particolarmente indicati per la crescita dell’engagement di un corso. Le persone, i lavoratori e financo gli studenti hanno sempre meno tempo e sono d’altro canto avvezze alla fruizione di pillole video o testuali dal web. Perché allora non sfruttare questa tendenza a fini formativi?

 

Social

Uscire dalla dimensione dell’apprendimento one-to-one permette di accrescere l’engament. Utilizzare meccanismi collaborativi e di sharing, utilizzare le piattaforme social più comuni, creare ambienti digitali di condivisione: sono solo alcuni degli aspetti da cui trarre ispirazione.

 

Self-assessment

Dare talvolta la possibilità ai discenti di auto valutarsi è un modo per responsabilizzarli e far crescere in loro la motivazione e l’engagement. Questo non vuol dire anarchia pedagogica ma sfruttare le possibilità collaborative dei nuovi paradigmi eLearning.

Per approfondire la tematica e per saperne di più sull’approccio di Osel contattaci!