Il mobile learning è attualmente il terreno di ricerca più battuto nell’ambiente dell’apprendimento digitale. Tra il vantaggio della portabilità con, di contro, la problematica delle dimensioni visive e di uno spazio di archiviazione ridotto, è utile tener conto di alcuni accorgimenti per far sì che, di fronte all’odierno utilizzo massiccio di tablet e smartphone, gli sviluppatori di e-learning, gli HR e tutti coloro che si occupano di formazione in generale, non si trovino impreparati. Il consiglio migliore che si possa dare riguarda sicuramente la parte metodologica e la capacità di sintetizzare i contenuti mantenendone l’efficacia divulgativa, tenendo comunque conto dei pilastri della formazione digitale: engagement, gamification, monitoraggio e valutazione.

Ho individuato almeno 8 punti fondamentali per migliorare l’esperienza del digital learning su mobile:

  • Cura e disposizione dei contenuti
  • Miglioramento della user experience
  • L’importanza del microlearning
  • L’utilizzo del monitoraggio e della valutazione
  • L’individuazione del target di riferimento
  • La possibilità di ottenere risorse offline
  • Un alto livello di engagement
  • Una scala di valori dei contenuti

Approfondire le tematiche sopracitate è doveroso per chi si accinge a sviluppare contenuti di elearning su mobile device ed è quindi necessario riorganizzare gli argomenti in virtù di una visibilità che tenga conto dei pollici dello schermo, dello spostamento tra verticale e orizzontale dello stesso e che ottimizzi una fruibilità dei corsi “on-the-go”, responsive e con una user experience che risulti indimenticabile per l’utente.

Per leggere l’articolo completo clicca qui!

Vuoi scoprire di più su come implementare il Mobile Learning nella tua azienda? Clicca qui!