Domani, alla Camera di Commercio di Foggia, si terrà la quindicesima edizione dello School Day (QUI il programma dettagliato).

Quindici anni di impegno per la diffusione delle tecnologie per la didattica, attraverso la ricerca e la formazione. Quindici anni insieme a dirigenti e docenti di tutta l’Italia per crescere nell’innovazione tecnologica e coadiuvare la scuola italiana a fare il salto di qualità per allinearsi a quella europea.

Tra i presenti, anche il Sottosegretario alla Pubblica Istruzione prof. Salvatore Giuliani.

I lavori saranno moderati da Agostino Marengo, CEO di Osel, coach per Millenials e docente all’Università degli studi di Bari.

Si partirà entrando subito nel vivo della discussione sull’introduzione della tecnologia a scuola: con Raimondo Mulas si parlerà di Intelligenza Artificiale, con Alessandro Ondretti di Big Data e con Antonella d’Ercole di Realtà Aumentata.

Si parlerà anche di formazione, con la psicologa Paola Stroppa che si interrogherà se debba essere obbligo o piuttosto opportunità di crescita.

E poi ancora l’evento porterà la discussione sui temi delle discipline classiche come lingue vive, sulla plusdotazione (circostanza che riguarda il 5% degli alunni italiani e che necessita di normazione), sull’Internet of Things, sulla cittadinanza artistica e creativa, sul docente digitale.

School Day 2018 è anche eLearning Day nazionale, con il racconto dello stato dell’arte e l’approfondimento sulle tecnologie didattiche innovative applicato al mondo della scuola.

L’innovazione didattica non è un salto nel buio – ha dichiarato Agostino Marengo – ma una ricerca costante dell’adiacente possibile.